Versi senza voce | Antologia di poesia

15 Aprile 2024 - 1 minute read

Il progetto è vincitore dell’avviso pubblico “Primavera della lettura” promosso dal Municipio Roma III Montesacro.

Antologia versi senza voce
A cura di Michele Piramide.

Con il curatore e alcuni autori che leggeranno e presenteranno l’antologia.

«Versi senza voce è nella mia libera interpretazione un punto di luce nella penombra.

L’ombra è una componente dell’individuo, una parte integrante della natura umana che nasce dalla luce e dalla luce fugge al tempo stesso. La nostra ombra può essere una fedele compagna o un demone in cui annegare; resta inequivocabile e ineluttabile.

Questa raccolta è un manifesto della poesia dell’ombra, una poesia senza voce ma con una forte melodia che, talune volte, sfocia nel rumore più assordante del silenzio delle parole incise sul foglio.

Confrontarmi con tante voci sorde del poetare è stato senza dubbio stimolante e nella non facile selezione mi sono fatto guidare da un unico fattore: l’epifania del bagliore tra le coltri e profonde increspature delle molteplici ombre da cui ero circondato.

Non vi è ordine nel sentire, non vi è schema da imprimere al verso, questa raccolta è un primo passo nel sentire altrui, senza difese e senza remore.

Attraversiamo insieme il Giordano, anneghiamo insieme».